Top
spese di condominio come funzionano

Spese condominiali: che servizi coprono e come vengono ripartite

Cosa si intende per spese condominiali ordinarie e straordinarie.

Quanto deve pagare ogni condomino?

Per chi inizia a vivere nella realtà del condominio, una delle prime domande che vengono in mente riguarda le spese condominiali. Che servizi coprono? Sono divise in modo uguale tra tutti i condòmini? Facciamo un riassunto generale, per rendere la questione facile da capire.
La prima cosa da sapere è che le spese condominiali sono divise in ordinarie e straordinarie. Le prime comprendono tutte le spese riguardanti le normali e quotidiane attività di manutenzione dello stabile. Sono facilmente intuibili:

  • illuminazione,
  • servizio di portierato,
  • manutenzione delle parti condivise (come il giardino),
  • assicurazioni,
  • pulizie,
  • costi generali di gestione e onorario dell’amministratore.

Le spese straordinarie hanno carattere occasionale nel corso dell’anno, in quanto servono a coprire costi per problematiche particolari. Ad esempio, possono servire per ritinteggiare gli interni e gli esterni del condominio. E ancora, rifare il tetto, mettere in sicurezza la struttura o apportare migliorie generali.
Le spese ordinarie sono divise in rate mensili, decise in normale assemblea condominiale. Quelle straordinarie prevedono una quota a parte rispetto a quelle ordinarie. Vengono decise in assemblea straordinaria in base all’importo del lavoro programmato, e possono essere ripartite anche in 3 anni.

Spese condominiali

Come vengono ripartite le rate?

Chiarito questo, la domanda che resta è: queste rate, come vengono ripartite tra i condòmini? I modi sono due: ogni condòmino paga una quota in base ai millesimi detenuti, o in proporzione all’uso che si fa di un bene comune. Le quote possono essere uguali per tutti, solo se questo viene deciso unanimemente tra tutti i proprietari. Caso a parte per i riscaldamenti, ripartiti sempre a seconda dei millesimi e della superficie radiante dei termosifoni.
L’art. 1123 c.c. dice che le spese sono sostenute “in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione”. Cioè salvo che tutti i condòmini decidano di comune accordo un criterio di ripartizione differente, uguale per tutti.
Col metodo Condexo è facile capire quali servizi vengono coperti dalle rate. Queste hanno una loro completa spiegazione tramite le tabelle millesimali collegate, rendendo quindi semplice il compito di accertarsi cosa si sta pagando.