Top

Assemblea condominiale online: è legale?

Assemblea condominiale online, è possibile portare un pò di novità anche alla più classica delle attività condominiali? Scopriamo insieme cosa dice la normativa.

L’assemblea condominiale è, secondo la legge, il secondo organo del condominio dopo l’amministratore. Ogni condomino ha il diritto di parteciparvi e prendere le decisioni comuni. L’assemblea condominiale di norma viene svolta di persona, in orari e luoghi prestabiliti.
Ai tempi di oggi, con lo sviluppo di varie innovazioni tecnologiche, ci si domanda se sia possibile svolgere l’assemblea condominiale online.

Le norme riguardanti l’assemblea condominiale online

L’articolo 1136 c.c. subordina la validità delle decisioni che vengono prese in sede di assemblea condominiale al numero dei suoi partecipanti. Questo infatti richiede, in seconda convocazione, la partecipazione di un numero di condomini che rappresenti un terzo del valore dell’edificio. Bisogna chiarire però, che l’articolo 1136 c.c. non precisa se la partecipazione debba essere fisica o possa essere anche virtuale. Si hanno quindi delle possibilità di agire in tal senso per poter far ammettere l’assemblea in modalità online. Vediamo come…

assemblea condominiale online

Assemblea condominiale online: possibilità e limiti

Come abbiamo già affermato l’articolo 1136 c.c. non specifica se i partecipanti all’assemblea condominiale debbano essere presenti solo fisicamente oppure no. Ciò che invece è chiaro è che il regolamento condominiale può apportare modifiche all’assetto dell’assemblea. Partendo da questo presupposto possiamo affermare che, qualora tutti i condòmini fossero d’accordo, si potrebbe specificare nel regolamento condominiale la legittimità dell’assemblea condominiale online.

Se da un lato si intravedono possibilità positive per una forma di assemblea online, dall’altro vi sono delle chiare limitazioni:

  • Il condomino che decidesse di partecipare all’assemblea da remoto non potrebbe svolgere l’incarico di presidente o di segretario. Questo perché gli sarebbe difficile controllare il dibattito e non potrebbe firmare il verbale originale dell’assemblea;
  • Il condomino che sia stato delegato da un altro a partecipare all’assemblea e voglia farlo da remoto, avrà bisogno di una una richiesta in via cartacea da parte del delegante;
  • Per motivi di privacy andrebbe verificata che l’identità di colui che partecipa all’assemblea online corrisponda ad un condomino. Per questo si renderebbero necessari dei monitor.

Con Condexo le difficoltà vengono superate. Grazie alla nostra piattaforma sarà possibile far dialogare l’amministratore e i  condomini comodamente dal proprio computer.